Dolci

Zeppole di patate dolci fritte

ZEPPOLE DI PATATE DOLCI FRITTE: dolce lievitato perfetto per festeggiare il CARNEVALE!!! Soffici e morbide come una NUVOLA, io le ho FRITTE ma volendo potete farle al FORNO.

Qui troverete tutti i TRUCCHI e CONSIGLI per un fritto perfetto!

Solo 1 ora di lievitazione! Farle è davvero semplice!
Volendo per la decorazione finale potete aggiungere della CANNELLA allo zucchero semolato: saranno ancora più PROFUMATE!

Stampa ricetta
5 da 1 voto

Zeppole di patate dolci fritte

Preparazione1 h
Cottura20 min
tempi di lievitazione1 h
Porzioni: 25 zeppole

Ingredienti

  • 330 g farina 00 in base al grado di assorbimento delle patate
  • 350 g patate con la buccia da lessare
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 70 g zucchero
  • 50 g latte
  • 50 g burro liquido
  • 15 g lievito di birra fresco oppure 5 gr di quello secco disidratato
  • vanillina
  • scorza di arancia

Per friggere e per la decorazione finale

  • olio di arachide
  • zucchero semolato
  • ½ cucchiaino cannella facoltativo

Istruzioni

  • Lessate le patate con la buccia in acqua bollente per 35/40 minuti. Scolatele, e, in una ciotola grande, passatele con la buccia nello schiacciapatate: la buccia rimarrà all'interno senza uscire.
  • Aggiungete la farina, le uova, lo zucchero, l'arancia, il lievito di birra fresco a pezzetti, il burro e infine il latte. Impastate bene con le mani fino ad ottenere un composto morbido ma omogeneo: se vedete che è ancora troppo umido e appiccicoso aggiungete della farina poco per volta.
  • Formate a questo punto delle palline da circa 40 g. Stendete ogni pallina in un salsicciotto di circa 25 cm di lunghezza e chiudetele formando un fiocco.
  • Mettete le zeppole su teglia con carta forno ben distanziate tra loro e lasciate lievitare per 1 ora.
  • Tagliate la carta forno in quadrati in corrispondenza delle zeppole.
  • Scaldate abbondante olio di arachide in una casseruola alta e stretta fino ad arrivare alla temperatura di 175 gradi circa: mi raccomando più olio mettete e più avrete un fritto leggero e poco unto. Le zeppole infatti devono galleggiare.
  • Se non avete il termometro, per verificare la corretta temperatura dell'olio basterà fare la prova immergendo un pezzettino piccolo di impasto:
    1) se si creeranno tante piccole bollicine intorno e non brucerà, la temperatura è corretta.
    2)Se invece l'impasto diventa subito scuro vuol dire che l'olio e troppo caldo: basterà allontanare per qualche attimo la pentola dal fuoco e riprovare.
    3)Se invece il pezzetto d'impasto affonda vuol dire che l'olio è ancora troppo freddo e comprometterebbe la buona riuscita del dolce.
  • Prendete 3 o 4 zeppole con la carta forno annessa e friggetele. La carta si staccherà immediatamente e avrete facilità nell'estrarla.
  • Cuocete le zeppole per 2 minuti per lato continuando a rigirarle. Una volta ben dorate e belle gonfie, scolatele su carta assorbente.
  • Quando sono ancora CALDE passatele nello zucchero semolato (se volete potete aggiungere della cannella allo zucchero, saranno ancora più profumate). Mi raccomando non lasciatele raffreddare troppo altrimenti lo zucchero non si appiccicherà.
  • Se preferite una versione più light potete cuocerle direttamente in forno terminata la lievitazione di 1 ora a 180 gradi per 15 minuti circa per poi spolverarle con dello zucchero a velo.

Note

Le zeppole, come ogni fritto, vanno consumate subito. 
Se avanzano si conservano per un paio di giorni ben chiuse con pellicola alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...