Pizze e Focacce

Pizza su pietra refrattaria

Pizza su pietra refrattaria

 A grande richiesta ecco finalmente la ricetta della PIZZA su PIETRA REFRATTARIA! Una volta provata non la mollerete più!!! Farla vi garantisco che è una soddisfazione unica!!!

Io personalmente l’adoro, super pratica perché spesso mi dimentico di mettere su l’impasto la sera prima e questa ricetta mi salva sempre in calcio d’angolo! Il risultato è eccezionale: credo di non aver mai fatto una pizza così croccante e gustosa come questa volta!

Questa volta ho deciso di condire le pizze con passata di pomodoro, origano, mozzarella! La semplicità premia sempre!

Io l’ho cucinata nel forno tradizionale elettrico su pietra refrattaria ma se non l’avete potete tranquillamente cuocerla su teglia normale.

Nonostante la bassa presenza di lievito, il vostro impasto lieviterà che è una meraviglia proprio grazie all’alta percentuale d’acqua presente!

Se non trovate la farina nuvola di Caputo leggete la ricetta della pizza rotonda nel forno elettrico.

Come vi dicevo preparare questo lievitato è semplice, basterà seguire attentamente tutti i passaggi e trucchi indicati nella ricetta e otterrete il mio stesso risultato soddisfacente!

E’ talmente buona che la vorrete far assaggiare a tutti i vostri amici e parenti!

Scopri le ricette della Focaccia mille bolle con spinaciPizza mille bollePizza a lunga lievitazionee della Focaccia mille bolle!

Seguimi su Instagram!

Stampa ricetta
Nessun voto

Pizza su pietra refrattaria

Preparazione10 minuti
Cottura10 minuti
tempi di lievitazione8 ore 15 minuti
Difficoltà: Facile
Costo: Basso
Porzioni: 4 pizze

Ingredienti

  • 300 g farina 00 pizzeria caputo
  • 300 g farina 0 pizzeria nuvola caputo
  • 420 g acqua
  • 1 g lievito di birra fresco
  • 12 g sale

Istruzioni

  • Impastate tutto in una ciotola con la planetaria o a mano.
  • Quando l'impasto inizia ad incordarsi aggiungete il sale e continuate ad impastare.L'impasto risulterà molto morbido e appiccicoso.
  • Ora coprite lasciate riposare per 15/20 minuti.
  • Passato il tempo vedrete che l'impasto risulterà più compatto ed elastico.
  • Dividete l'impasto in 4 parti da circa 260 g l'una e formate delle pagnotte, con la tecnica della "pirlatura". Con le mani cercate di dare una forma tonda all'impasto e di chiudere bene i bordi verso il basso.
  • Ora coprite e lasciate lievitare a temperatura ambiente per 4 o 5 ore (dipende dal caldo).
  • Riprendete le pagnotte cercando di non deformarle: aiutatevi con un tarocco e con un po' di farina di semola, che va versata un po' ai lati e un po' in superfice. Piu l'impasto rimane tondo e più riuscirete a stenderlo senza difficoltà. Cercate anche di non arricciare l'impasto su se stesso altrimenti l'impasto diventa molto duro e tenace e non riuscite poi a stenderlo correttamente.
  • Mettete una pagnotta su un foglio con carta forno e con i polpastrelli dal centro verso l'esterno cercate di stendere la pizza in modo che fuoriesca l'aria verso il cornicione. Togliete la semola in eccesso altrimenti si brucia in cottura
  • Se la cuocete nel forno a legna: conditela con passata di pomodoro e con gli ingredienti che più vi piacciono. Con pochissima farina sulla pala, spostate la pizza sopra e con un colpo netto mettetela nel forno a legna alla temperatura di circa 430 gradi. In 60 o 90 secondi la pizza è pronta.
  • Se invece la cuocete su pietra refrattaria: mettete la pietra nel piano centrale del forno, accendete il forno a 250 gradi in modalità ventilato parte inferiore. Se non lo avete va bene 250 gradi modalità statica. Lasciate la pietra per almeno 40 minuti, in modo che si scaldi bene. Mi raccomando la pietra deve essere inserita nel forno quando ancora è spento, perché subisce gli sbalzi di temperatura.
  • Una volta stesa la pizza vi consiglio di metterla su carta forno per agevolarvi nel metterla in forno. Ora potete condirla con passata di pomodoro, mozzarella ecc… Con l'aiuto della pala mettetela su pietra e cuocetela per 8/10 minuti circa.
  • Dopo 2 o 3 minuti di cottura, togliete la carta forno: cosi facendo sotto non rimane bianca.
  • Prima di procedere ad inserire la seconda pizza, aspettate 10 minuti in modo che la pietra riprenda il calore.

2 Comments

  1. Denis says:

    Il lievito di birra fresco va sciolto in acqua?

    1. sciolto in acqua o sbriciolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...