Pizze & Focacce

Pizza a lunga lievitazione

pizza a lunga lievitazione
pizza a lunga lievitazione

A grande richiesta ecco finalmente la ricetta della PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE Una volta provata non la mollerete più!!! Farla vi garantisco che è una soddisfazione unica!!! Sembra complicato ma credetemi è più semplice di ciò che si pensa! Ci vuole circa un giorno per preparare l’impasto ma vi assicuro NE VALE ASSOLUTAMENTE LA PENA!!!

Io personalmente l’adoro, credo di non aver mai fatto una pizza così alveolata, croccante e gustosa come questa volta! Alla fine di tutto il procedimento, affondare le dita nell’impasto e vedere uscire tutte queste BOLLE è stato davvero troppo DIVERTENTE!!

Questa volta ho deciso di condire le pizze con passata di pomodoro, origano, mozzarella e wurstel ma ovviamente potete usare gli ingredienti che più amate!

Io l’ho cucinata nel forno a legna, ma se preferite potete usare una pietra refrattaria, o il classico forno tradizionale, come indicato nella ricetta della pizza mille bolle.

Come vi dicevo preparare questo lievitato è semplice, basterà seguire attentamente tutti i passaggi e trucchi indicati nella ricetta e otterrete il mio stesso risultato soddisfacente!

E’ talmente buona che la vorrete far assaggiare a tutti i vostri amici e parenti! Insomma merita davvero aspettare i lunghi tempi di lievitazione per aver una pizza cosi!

Scopri le ricette della Focaccia mille bolle con spinaci, Pizza mille bolle e della Focaccia mille bolle!

Seguimi su Instagram!

pizza a lunga lievitazione
Stampa ricetta
Nessun voto

pizza a lunga lievitazione

Preparazione30 min
Cottura10 min
lievitazione1 d 5 h
Difficoltà: Facile
Costo: Basso
Porzioni: 3 persone

Ingredienti

  • 300 g farina 0
  • 300 g farina Manitoba
  • 400 g acqua
  • 3 g lievito di birra fresco oppure 1 g di quello secco
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • 9 g sale
  • farina di semola

Per la farcia

  • mozzarella di bufala
  • mozzarella per pizza
  • passata di pomodoro
  • wurstell
  • basilico

Istruzioni

  • Mescolate le farine in una ciotola e aggiungete poco per volta l'acqua tiepida dove avete fatto sciogliere il lievito. Continuate ad impastare a velocità media fino ad ottenere un composto morbido, appiccicoso ma omogeneo.
    pizza a lunga lievitazione
  • Aggiungete quindi il cucchiaino di olio evo e infine il sale.
  • L'impasto è molto idratato pertanto risulterà molle, appiccicoso e non si staccherà facilmente dalle pareti: è assolutamente normale. E' proprio grazie all'alta percentuale di acqua presente che riusciremo ad ottenere una pizza piena di bolle e alveoli.
  • Piccolo trucco: quando dovete maneggiare impasti tanto idratati, per evitare che si appiccichino alle vostre mani vi consiglio, prima d'impastare, di inumidirvi le mani con poca acqua!
    Versate quindi l'impasto in una ciotola coprite e lasciate riposare 30 minuti a temperatura ambiente, in modo che si rilassi la maglia glutinica. Passati i 30 minuti iniziate con 3 giri di pieghe ogni mezz'ora. Le pieghe sono un passaggio fondamentale per inglobare aria e conferire struttura alla maglia glutinica della nostra pizza, per poi ottenere così una alveolatura perfetta.
  • Iniziate con la prima piega: prendete un lembo d'impasto e ripiegatelo sull'impasto stesso verso di voi.
  • Girate la ciotola di mezzo giro e ripetete l'operazione: prendete un lembo d'impasto e ripiegatelo sull'impasto stesso verso di voi.
  • Ora ruotate di 1/4 di giro e ripetete l'operazione: prendete un lembo d'impasto e ripiegatelo sull'impasto stesso verso di voi.
  • Ruotate di nuovo di 1/4 di giro e per l'ultima volta, prendete un lembo d'impasto e ripiegatelo sull'impasto stesso verso di voi. Con le mani sempre bagnate d'acqua, capovolgete l'impasto in modo che le pieghe siano sotto a contatto con la ciotola. Coprite con un panno e lasciate riposare per 30 minuiti. Avete concluso il primo giro di pieghe.
  • Passati i primi 30 minuti, procedete con il secondo giro di pieghe e fate riposare per altri 30 minuti.
  • Dopodiché procedete con l'ultimo giro di pieghe, coprite la ciotola con pellicola e mettetela in frigo per 24 ore nel ripiano basso.
  • Durante la fase di maturazione in frigo, inizierete a vedere le prime bolle uscire: non vi preoccupate se sono piccoline, è normale così.
  • Passate le 24 ore, tirate fuori l'impasto e versatelo su una spianatoia ricoperta di farina di semola (usate la semola perché non viene assorbita dall'impasto). Dividetelo in tre parti da circa 320 g l'una e formate con le mani delle pagnotte. Coprite con una ciotola o un canovaccio e lasciatele a temperatura ambiente per circa 4 o 5 ore (dipende dalla temperatura di casa vostra).
  • Passate le 4 ore, prendete una pagnotta, mettetela su un pianale coperto di farina di semola e spolverate in maniera abbondante anche il lato superiore.
  • Con le dita stendete l'impasto delicatamente e sottilmente, facendo attenzione a non rompere le bolle d'aria che si formeranno. Create il cornicione tipico della pizza.
  • Procedete cosi con le altre due pagnotte: ora non vi resta che condirle.
  • Altrimenti, potete condire l'impasto crudo con passata di pomodoro e origano. Delicatamente disponetelo con le mani su teglia da forno ben oliata e infornate a 200 gradi in modalità statica per 5 minuti. Una volta sfornata la pizza, farcitela con abbondante mozzarella e infornate nuovamente per altri 10 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...