Dolci

Pandoro

Ebbene sì!!! Anche quest’anno ho deciso di cimentarmi a preparare il mio dolce natalizio preferito: il pandoro!!!!
Questa è la ricetta che ho utilizzato per uno stampo da 1 kg.

Se seguirete TUTTI i miei consigli, vi garantisco che avrete un PANDORO ECCEZIONALE!!!!!
Può risultare “poco dolce” rispetto ai pandori industriali, ma abbinato ad una buona crema al mascarpone risulterà perfetto!

Al pandoro preferite il panettone?? Nessun problema, seguite il link!

Attrezzatura

Per poter realizzare in casa un pandoro avrai bisogno della seguente attrezzatura:

Pandoro
Stampa ricetta
Nessun voto

Pandoro

Ricetta per un pandoro da 1 kg
Preparazione3 h
Cottura55 min
Lievitazione1 d
Porzioni: 8 persone

Ingredienti

Per la biga:

  • 60 g farina Manitoba W460
  • 40 g acqua
  • 7 g lievito di birra fresco (oppure 2 g di quello secco)

Per il primo impasto:

  • biga
  • 120 g farina Manitoba W460
  • 30 g zucchero
  • 67 g uova temperatura ambiente
  • 9 g lievito di birra fresco (oppure 3 g di quello secco)

Per il secondo impasto:

  • 280 g farina Manitoba W460
  • 120 g zucchero
  • 14 g miele
  • 134 g uova (2 uova più quella avanzata dall'impasto precedente, temperatura ambiente)
  • 1 tuorlo temperatura ambiente
  • 165 g burro (morbido, tirato fuori dal frigo la sera prima)
  • scorza di limone
  • 1 bacca di vaniglia

Istruzioni

Per la biga:

  • Preparate la biga la sera prima: in una ciotolina mescolate la farina con l'acqua e il lievito sbriciolato. Impastate a mano per una decina di minuti.
    Coprite con pellicola e lasciate lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte.
    biga maturata
  • Tirate fuori dal frigo il burro e lasciatelo a temperatura ambiente per tutta la notte.

Primo impasto:

  • Alle 7h30 della mattina seguente iniziate a preparare il 1° impasto: mettete la biga in una ciotola con farina, zucchero e lievito di birra sbriciolato. In ultimo aggiungete 67 g di uova (quello che avanzerà del secondo uovo lo terrete per il secondo impasto) ed impastate fino al completo assorbimento.
  • Mettete l'impasto su un piano di lavoro poco infarinato e iniziate a fargli delle pieghe dall'alto al basso e dall'esterno verso l'interno.
    Coprite e lasciate lievitare per 2 ore almeno, in forno spento con luce accesa (la temperatura non deve superare i 30°).

Secondo impasto:

  • Passato il tempo di lievitazione, saranno circa le 10h00, preparate il 2° impasto: versate il primo impasto in una ciotola con il miele, la vaniglia, la scorza di limone, lo zucchero e la farina. Successivamente le uova, mi raccomando una alla volta! Aggiungete infine un pezzetto alla volta di burro morbido (plastico).
    Per eseguire tutto il procedimento ci vorranno circa 45 minuti.
    impasto
  • Ore 11h00: una volta assorbito tutto il burro prendete l'impasto e rifate le solite pieghe di rinforzo. Posizionatelo con le pieghe rivolte in alto, in uno stampo da pandoro ben imburrato e infarinato e lasciatelo lievitare dalle 8 alle 12 ore (io ci ho messo 9 ore) in forno spento con luce accesa.
    Per ottenere un ambiente di circa 30° mettete una boule di acqua bollente all'interno del forno.
    Basterà verificare la temperatura del forno con un termometro da cucina.
  • Circa ore 21h00: quando l'impasto raggiungerà il bordo dello stampo è ora di cuocerlo!
    Infornate in forno statico a 145 gradi per 55 minuti: se il vostro forno ve lo consente, aggiungete del vapore a media intensità altrimenti sarà sufficiente inserire durante la cottura una ciotola con dell'acqua.
  • Sfornatelo, lasciatelo raffreddare e poi toglietelo dallo stampo. Ricoprite con dello zucchero a velo e Buon Natale a tutti! 

Note

Infine, alcuni consigli pratici per realizzare il vostro pandoro.
  • La sera prima, quando preparate la biga, tirate fuori il burro dal frigo e lasciatelo a temperatura ambiente per tutta la notte. Non scaldatelo nel microonde o a bagno maria!
  • Le uova devono essere rigorosamente a temperatura ambiente.
  • Quando versate le uova nell’impasto, fatelo in maniera graduale una alla volta: aspettate che il primo uovo venga assorbito alla perfezione per poi versare il secondo.
  • Stesso discorso per il burro: un pezzetto alla volta!
  • Infine lo ripeto, prestate molta attenzione alla temperatura del forno durante la lievitazione: non deve mai superare i 30°.

7 Comments

  1. Tina Faiella says:

    Ciao
    Lo scorso anno ci ho provato, l’ho fatto, è venuto perfetto come forma ma nn prorpio uguale come sapore, ma questa ricetta m’incuriosisce, appena la faccio ti dico…. grazie cmq

    1. ottimo!!! fammi sapere!!!!

  2. Elisabetta says:

    Non ho l’impastatrice… potrò impastarlo a mano?

    1. si certo …. dovrai impastarlo però per piu tempo

  3. Tatta says:

    Si può usare il bimby per impastare?

    1. si certo se funziona come un’impastatrice normale va bene

    2. fai comunque riferimento a ciò che è indicato sul manuale del prodotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...

Available for Amazon Prime