Dolci

Pain au chocolat

Oggi per voi la ricetta dei PAIN AU CHOCOLAT come quelli del bar! Come quelli francesi! Quelli burrosi pieni di cioccolata che al primo morso ti fanno sentire subito in Francia sotto la Tour Eiffel! Super sfogliati, croccanti fuori e alveolati dentro, i pain au chocolat sono un dolce lievitato della pasticceria francese perfetto per iniziare la giornata con la giusta carica!

L’impasto e la procedura delle pieghe sono gli stessi che troviamo nei croissant francesi, infatti anche qui ho fatto una piega da 3 e una piega da 4!

In questa pagina vi svelo tutti i TRUCCHI e i CONSIGLI per realizzare questi deliziosi dolci lievitati con una sfogliatura perfetta! Senza contare della soddisfazione di farli in casa: UNICA!!!

La ricetta è sicuramente tecnica e di precisione, ma con la giusta attenzione si possono ottenere ottimi risultati! I due consigli che vi do se volete anche voi cimentarvi in questo lievitato da pasticceria francese sono: 1) avere tanta pazienza , 2) non avere fretta! La fretta è nemica per qualsiasi preparazione, figuriamoci per un lievitato del genere! Bisogna considerare bene i tempi di lievitazione e di raffreddamento in frigo e tenere presente che può volerci più tempo del previsto, perché magari la temperatura in casa è troppo calda e la pasta sfoglia ha bisogno di più tempo per raffreddare rispetto a ciò che è indicato nella ricetta! Quindi organizzatevi bene, preparateli in una giornata in cui siete sicuri di rimanere a casa e di non avere impegni!

👉Buoni
👉Fragranti
👉Risvegliano i sensi
👉Stimolano l’olfatto!!!

Provateli e taggatemi nelle vostre creazioni!!!!🥳🥳

Seguimi su Instagram!

Consigli utili

  • Così come per i croissant, il segreto per realizzare i pain au chocolat sfogliati sta nel tenere sempre il burro e l’impasto ben freddi! Se vedete che mentre fate le pieghe il burro inizia a scaldarsi, rimette a riposare tutto in frigo per almeno 30 minuti e poi riprendete da dove avete lasciato. Mi raccomando, fermatevi subito non appena vedete il burro uscire perché comprometterebbe la riuscita delle brioche.
  • Se non trovate i bastoncini di cioccolato, potete prendere delle classiche tavolette da 100 g. Per tagliarle, passate la lama liscia e ben affilata di un coltello da cucina sotto l’acqua bollente, asciugatela e segate lentamente il cioccolato in bastoncini: ogni fila di quadratini va divisa in due.
  • La larghezza di ogni rettangolo di impasto deve corrispondere con la lunghezza del bastoncino di cioccolato.
  • Quando spennellate i pain au chocolat con l’uovo, vi consiglio di farlo per due volte intervallate da una pausa di 10 minuti: la doratura sarà così perfetta!
pain au chocolat
Stampa ricetta
Nessun voto

Pain au chocolat

Preparazione1 h 30 min
Cottura17 min
Tempi di lievitazione e di riposo5 h
Difficoltà: Difficile
Costo: Basso
Porzioni: 12 pain

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 250 g farina 00
  • 250 g farina Manitoba con w 420/460 io ho usato farina Maghiche Lo Conte
  • 25 g lievito di birra fresco (oppure 7 g lievito di birra secco)
  • 5 g sale
  • 50 g zucchero
  • 125 g latte
  • 125 g acqua

Per la sfogliatura e il ripieno:

  • 300 g burro di buona qualità.
  • 200 g cioccolato fondente in 2 tavolette da 100 g
  • 1 uovo per spennellare

Istruzioni

Preparazione del panetto:

  • Inserite tutti gli ingredienti in una ciotola, aggiungete l’acqua e il latte gradualmente e impastate per una ventina di minuti. Quando l’impasto si stacca dalle pareti coprite e lasciate lievitare per un'ora e mezza in forno spento con luce accesa. Altrimenti potete lasciare lievitare in frigo per tutta la notte.
    Se decidete di farlo lievitare in frigo, prima di iniziare con il procedimento, tiratelo fuori e lasciatelo a temperatura ambiente per 1 ora e mezza circa.
  • Nel mentre preparate il burro per la laminazione, volendo potete prepararlo la sera prima: all'interno di un foglio di carta forno iniziate a stendere il burro picchiettando con il mattarello fino a dargli una forma quadrata di circa 25×25 cm. Ricoprite bene e lasciate raffreddare in frigo. Il burro per essere incorporato nella pasta magra deve avere una temperatura di +4°. Se risulta più caldo, non abbiate fretta e lasciatelo ancora in frigo fino a fargli raggiungere la temperatura giusta.
  • Riprendete l’impasto e stendetelo con le mani in un rettangolo abbastanza spesso, circa 1/5 cm, in modo da far fuoriuscire l'aria.
    Coprite con pellicola e lasciate riposare in frigo per mezz'ora e poi in freezer per un'altra mezz'ora. Deve raggiungere la temperatura di -4°.
  • 10 minuti prima di iniziare con la sfogliatura tirate fuori dal frigo il burro. Dategli qualche colpetto con il mattarello perché deve essere freddo ma plastico, cioè morbido e lavorabile, altrimenti rischia di spaccarsi.
  • Riprendete l'impasto e il burro: con poca farina stendete il rettangolo di impasto con un mattarello e disponetevi in centro il burro.
  • Ricoprite il burro con l'impasto, questa operazione è IMPORTANTISSIMA: sigillate molto bene l'impasto su tutti i lati in modo che il burro non possa uscire.
  • Coprite e lasciate riposare in frigo per 15/30 minuti.
  • Riprendete il panetto e con poca farina stendetelo in un rettangolo, sempre in direzione delle aperture, di circa 60 cm e ad uno spessore di circa 7 mm. Iniziate con le pieghe.

Le 2 pieghe:

  • Piegate la pasta ad 1/4 e a 3/4 sormontate la pasta ripiegandola su se stessa. Ecco fatta la piega a 4.
  • Coprite con pellicola e lasciatela riposare in frigo per 1 ora.
  • La 2° piega va fatta a 3: riprendete l'impasto, delicatamente pressate bene con il mattarello la parte superiore ed inferiore del panetto in modo da sigillare bene il burro.
    Continuate così su tutto il panetto.
    Ora sempre con il mattarello stendetelo nuovamente nel senso della lunghezza fino a circa 60 cm e ad uno spessore di circa 7 mm.
    Piegate verso il centro prima il terzo inferiore poi sovrapponete con quello superiore. Si tratta della cosiddetta piega a tre o a libro.
    Coprite e mettetelo in frigo per 1 ora e mezza anche 2.
  • Nel frattempo occupatevi del cioccolato: passate la lama liscia e ben affilata di un coltello da cucina sotto l'acqua bollente, asciugatela e segate lentamente il cioccolato in bastoncini: ogni fila di quadratini va divisa in due.
    Considerate che per ogni fagottino serviranno due bastoncini di cioccolato.
  • Riprendete l'impasto e, con un po' di farina, stendetelo in un rettangolo di circa 48 cm x 34 cm. Dividetelo a metà nel senso della lunghezza. Ogni rettangolo dividetelo in 6 mini rettangoli in senso orizzontale: l'altezza del rettangolino deve corrispondere con la lunghezza del bastoncino di cioccolato.
    I miei misuravano 8 cm pertanto ogni rettangolo d'impasto l'ho diviso in 6 piccoli rettangoli da 8×17 cm.
  • Prendete un rettangolo, posizionate a 4 cm dal bordo il primo bastoncino di cioccolato e ricoprite con l'impasto facendo fare il primo giro. Posizionateci subito dopo il secondo bastoncino e continuate ad avvolgere il rettangolo su se stesso: attenzione alla parte finale che deve posizionarsi sotto, a contatto con la teglia, altrimenti in cottura rischia di aprirsi.
  • Disponete i pain au chocolat ben distanziati tra loro su due teglie foderate con carta forno e lasciate lievitare per 1 ora in forno spento con luce accesa.
    Se la temperatura è troppo bassa aggiungete una boule di acqua bollente all'interno del forno.
  • Spennellate i vostri pain au chocolat con l'uovo sbattuto, dopo 10 minuti ripetete l'operazione: così facendo avrete una doratura perfetta.
  • Infornate a 170 gradi in forno ventilato per 18 minuti circa.
    pain au chocolat

Note

Volendo, una volta formati i pain au chocolat, prima dell’ultima lievitazione potete congelarli in freezer direttamente in teglia per circa un’oretta, poi negli appositi sacchetti gelo, per due mesi circa.
Scongelateli poi in frigo, sempre coperti, ad una temperatura di +4° e successivamente lasciateli a temperatura ambiente per un paio d’ore fino al raddoppio del volume. Quindi infornateli come indicato nella ricetta.
Altra opzione per averli freschi al mattino, potete far lievitare i pain au chocolat direttamente in frigo per tutta la notte (coperti altrimenti si seccano) e poi cuocerli in forno la mattina seguente.
Mi raccomando: non seguite la ricetta alla lettera nel senso che se ritenete opportuno lasciare più tempo in frigo per il riposo fatelo, valutate voi la consistenza della sfoglia prima di stenderla perché è un attimo che per la fretta rovinate un lavoro di ore e dovete rifare tutto da capo. Meglio aspettare un po’ di più ma essere certi che l’impasto abbia raggiunto la temperatura corretta.

8 Comments

  1. Jessica says:

    Buongiorno, volevo provare a fare il pain si chocolate. Avrei una domanda, è possibile sostituire il burro con uno vegetale? Saprebbe indicarmi quale magari?
    Grazie mille

    1. Buongiorno. Io sconsiglio l’utilizzo del burro vegetale per questo genere d’impasto pertanto non garantisco la perfetta riuscita della ricetta.
      saluti

  2. Buongiorno vorrei fare anch’io i Pain au chocolat ,dopo li posso congelare e infornarli all’occorrenza? Grazie

    1. si certo si possono congelare tranquillamente

  3. Buongiorno vorrei provare anch’io a fare i Pain au chocolat,dopo li posso congelare ?

    1. si certo vanno benissimo anche conelati

  4. Fiorella says:

    Salve vorrei provare la ricetta ,si può fare con la farina 00?

    1. può provare con una 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...

Available for Amazon Prime