Dolci

Croissant

CROISSANT come quelli del bar! Cosa c’è di meglio che fare colazione con un delizioso CROISSANT appena sfornato?

In questa pagina vi svelo tutti i TRUCCHI e i CONSIGLI per realizzare queste deliziose brioche con una sfogliatura perfetta! Senza contare della soddisfazione di farli in casa: UNICA!!!

Sono talmente buoni che oltre per la colazione, sono perfetti anche per merenda!

Io li ho lasciati al naturale ma volendo potete farcirli con Nutella, marmellata o Crema pasticcera.

Provate anche i Croissant bicolore, Croissant integrali al miele e Croissant facili e veloci e Treccia di pasta sfoglia.

Seguimi su Instagram!

Stampa ricetta
4.67 da 3 voti

Croissant

Preparazione2 h
Cottura25 min
Tempi di lievitazione + tempi di riposo14 h
Porzioni: 10 croissant

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 630 g farina Manitoba 13 g di proteine
  • 180 g uova circa 3
  • 60 g acqua
  • 75 g latte
  • 75 g zucchero
  • 75 g burro
  • 10 g lievito di birra fresco
  • 10 g sale

Per la sfogliatura:

  • 280 g burro

Per spennellare:

  • 1 uovo
  • pizzico di sale

Istruzioni

  • In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti ed impastate per 20 minuti in modo da aver un impasto ben incordato.
    Coprite e lasciate lievitare 1 ora a temperatura ambiente.
  • 10 minuti prima che finisca la lievitazione prendete il burro dal frigo e stendetelo in un rettangolo di circa 26×20 cm, tra due fogli di carta forno. Rimettetelo in frigo. (Il burro deve essere sempre molto freddo).
  • Riprendete l'impasto e stendetelo, con un po’ di farina, in un rettangolo di circa 38×22 cm.
  • Disponete il burro sopra il rettangolo di impasto, lasciando circa 5 cm liberi per ogni lato. Tirandoli un po', ripiegate verso il centro i lembi d’impasto, a ricoprire il burro. Pizzicate bene l’impasto sulle chiusure in modo da non fare fuoriuscire il burro. Questo passaggio è molto importante: il burro deve essere ben sigillato al suo interno in modo che con le pieghe successive non fuoriesca!.
  • Procedete con le tre pieghe intervallate, dopo ciascuna di esse, da una pausa di 30 minuti in frigo:
  • Iniziate, sempre con l’aiuto di un po’ di farina, a stendere il panetto con il mattarello in un rettangolo di circa 7 mm di spessore.
  • Piegate verso il centro prima la parte inferiore poi sovrapponete con quella superiore. Si tratta della cosiddetta piega a tre o a libro. Coprite e mettetelo in frigo per 30 minuti circa. Avete fatto la prima piega.
    Procedete così con altre 2 pieghe. Le pieghe devono essere fatte delicatamente in modo da non far uscire il burro fuori, ma nel contempo anche velocemente perché il burro rischia di scaldarsi troppo, quando invece deve rimanere sempre bello freddo.
  • Riprendete la sfoglia e stendetela con poca farina in un rettangolo lungo 60/65 cm e alto circa 26/27 cm.
  • Ritagliate 10/11 triangoli isosceli con base da 10 cm e alti quanto la larghezza della sfoglia.
  • Formate i croissant tirando leggermente la punta: più lungo è il triangolo, più giri si possono fare e il risultato sarà migliore.
  • La punta deve rimanere sotto il croissant a contatto con la teglia, in modo che durante la lievitazione non si apra.
  • Disponete i croissant ben distanziati su due teglie.
    Lasciate lievitare per 10 ore circa a temperatura ambiente.
  • Spennellate con 1 uovo e un pizzico di sale (aiuta a eliminare la nervatura dell’albume e a rendere il composto più liscio e facile da spennellare) e infornate in forno statico, nella parte centrale, a 180 gradi per 20/25 minuti.

Note

Infine, un paio di consigli pratici per realizzare questi croissant:
  1. Potete iniziare a farli verso le 5 del pomeriggio, lascarli lievitare tutta la notte e al mattino presto cuocerli in forno.
  2. Volendo, finita la lievitazione, potete congelarli per poi tirarli fuori dal freezer all’occorrenza e cuocerli direttamente in forno (magari cuoceteli 5 minuti in più).
 

14 Comments

  1. 4 stars
    L’arte culinaria è una scienza e tu la rappresenti alla grande, grazia per la ricetta dei croissant se puoi inviarmi qualche ricetta sulla mia mail tipo pan dolce genovese. Grazie anticipatamente.

    1. grazie mille a te! non ho purtroppo ricette del pan dolce genovese. Tutto ciò che ho è scritto sul blog.

  2. federica says:

    CIAO SCUSA COSA SIGNIFICA 13G DI PROTEINE?

    1. sono indicate sulla confezione della farina

  3. Francesca says:

    5 stars
    Ciao! Innanzitutto bravissima! Volevo sapere se una volta fatta la prima piega a libro e lasciato riposare il panetto per trenta minuti in frigo bisogna ristendete il tutto per poi fare il secondo giro di pieghe e così poi per il terzo. Grazie

    1. ciao! grazie mille! si esatto! devi ripetere il punto 6 e punto 7!

  4. Stefania says:

    Se metto la metà del lievito quanto tempo lascio lievitare in più?

    1. almeno il doppio, attenzione però al tipo di farina che usi, perché se aumentano le ore la farina deve essere FORTE, altrimenti rischierebbero di collassare se vengono lasciati troppo tempo a lievitare.

  5. Marti says:

    A vederli sembrano perfetti! Immagino che dopo li hai farciti? Se lascio lievitare una metà, e l’altra metà di croissant li congelo, e li lascio lievitare quando mi servono, tirandoli fuori la sera prima, va bene lo stesso?
    Grazie 🙂

    1. ti consiglio di congelarli a lievitazione ultimata!

  6. Donatella says:

    Se li voglio congelare devo evitare la spennellatura?

  7. Monica says:

    Ho capito cosa è successo, ho dimenticato di mettere i 75g di burro nell’impasto. Adesso l’ho messo un po in frigo perché l’impasto era un po caldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vota la ricetta!




Altre ricette dal blog...

Available for Amazon Prime